IL MINISTRO FEDELI INSEGNA: L’IGNORANZA E’ MATERIA DI SINISTRA…

Le gaffe del ministro dell’istruzione, Valeria Fedeli, mi divertono tantissimo. Non vedo l’ora che ne faccia una nuova. Prima lo scandalo della laurea non laurea, poi la parola “traccie” (e non <tracce>) nelle prove degli esami di maturità. Infine, almeno sembrava così, un fantastico strafalcione nero su bianco sul Corriere della Sera. Si sa che il congiuntivo è difficilissimo, sopratutto se non si studia. Ma ecco che a pochi giorni di distanza arriva il capolavoro supremo: la Fedeli ha detto “più migliori” durante un discorso e ci ha fatto tornare alla mente quando da piccoli, come una cantilena, ripetevamo <più meglio non si dice>.

E’ una goduria continua. La sinistra da anni si atteggia e parla di superiorità morale e culturale rispetto altri italiani straccioni. Invece la loro ignoranza fa invidia alle capre, senza offese per le stesse.

Però, anno nuovo, vita nuova. La nostra rossa Fedeli, dopo le bucce di banane verbali, si è reinventata come una soubrette al tramonto. Il 2017 è passato, lasciando alle spalle congiuntivi e imperfetti. Così il 2018 gli ha aperto la mente, tanto da abbandonare l’italiano per sbarcare sulle coste inglesi, ovviamente non fisicamente, ma solo lessicalmente. Nella speranza che parlando inglese, nessuno si accorgerà delle ciofeche. Il suo capo Matteo Renzi docet.

Nel frattempo i danni della sua permanenza al dicastero sono sotto gli occhi di tutti ed essa è divenuta l’icona di una scuola che non insegna. Insegnati spostati come pedine da una classe all’altra e da un corso all’altro. La continuità didattica non si sa più cos’è. Studenti transumati da un’aula all’altra: ultima moda di questa pedagogia dall’aria fritta, che affligge da troppo tempo la scuola.

Una domanda sorge spontanea caro ministro: nelle classi cosa e come si insegna, si impara, si studia? Oltre a fare le gite nei centri di accoglienza per immigrati? 

I nodi stanno venendo al pettine e, questa ministra dal titolo di studio ignoto, aiuta in tal senso. Certo la ministra aiuta, ad avere una scuola “PIU’ MIGLIORE”…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.